In quad tra le dune di Marsa Alam

Quando andai a Marsa Alam qualche anno fa, ossia nel 2011, il piccolo e deserto paese di pescatori sul Mar Rosso si era da poco aperto al turismo.

C’erano solo due Villaggi – e sottolineo due–  e poi il nulla, deserto. Avete presente il NULLA?!?
Bene.

 

marsa alam 178

 

Sicuramente una cosa positiva il fatto che non ci fossero troppe strutture turistiche e tanto meno turisti, un pò meno il fatto di stare una settimana chiusi in un villaggio – fichissimo per carità, con tutte le stelle che vuoi, tutto compreso, centro diving e campetti sportivi- col rischio di annoiarci troppo (premetto anche che era capodanno e l’acqua era ghiacciata).

Penso che cinque giorni siano più che sufficienti.

Per sharm el sheik era diverso, aveva molto più da offrire. Ricordo che attorno c’erano “città” da visitare, posti da scoprire.. e io parlo del lontano 1998, quando ancora era sconosciuta.

Mi auguro che adesso Marsa Alam offra qualcosina di più.

Ora però non pensiate che sia così brutta Marsa Alam o che non abbia proprio nulla da offrire eh! 🙂

 

tulip beach resort
tulip beach resort

 

Il mare sicuramente è splendido, poichè a pochi metri dalla riva si trova la barriera corallina, quindi offre una varietà di pesci non indifferente, per non parlare delle tartarughe marine e dei dugonghi!!!

Questi simpatici ed ciccioni animaletti vengono anche chiamati sirene del mare per la conformazione della loro coda e sono il simbolo di Marsa Alam. Per gli amanti del diving è una grande vittoria riuscire a nuotare insieme a loro, non sono facili da trovare!

Un’altra cosa davvero particolare è che la marea è così potente, che la sera il mare si ritira oltre la barriera corallina lasciando metri e metri di spiaggia bagnata, per tornare poi verso mezzogiorno! 😀 E quante conchiglie  che si trovano sulla riva! Quelle belle, a torretta, grandi o piccole….Ma non si toccano! E’ vietato portarle a casa, perchè sono protette!

 

Marsa Alam

 

Un’esperienza assolutamente da fare è la gita nel deserto in quad. 😀

Ahhh.

Vi ho già detto di quanto io ami i quad vero?! La prima volta che lo usai fu a Sharm e fu amore a prima vista. Questi posti sono perfetti per usare i quad! Correre nel deserto, impolverarsi tutti, rischiare di rimanere appiedati e dimenticati dal resto della truppa che non si è accorta di niente….!

Sì succede anche questo, ma chissenefrega!! E’ troppo divertente!

Così non ce la siamo fatta scappare e siamo partiti alla volta del deserto, verso una tenda di beduini. A metà percorso si fa una piccola tappa per vedere l’unico alberello presente nel deserto

 

marsa alam 074

 

E infine si arriva al piccolo villaggio di beduini. Ad accoglierci qualche capretta inerpicata sulle collinette, qualche cammello e una piccola famigliola con la mamma intenta a preparare un pane dal sapore ottimo e dal profumo inebriante.

 

marsa alam 083

 

 

marsa alam 084

 

 

Non manca la possibilità di salire su un cammello, e non ci facciamo scappare neanche quella anche se è un pò turistica come cosa. 🙂

 

marsa alam 111

 

Uno dei tramonti più belli l’ho visto qui.

 

marsa alam 088

 

Infine rotta verso il villaggio in pieno buio! Attraversare il deserto sotto le stelle è adrenalina pura.

Non si vede nulla davanti, solo una piccola luce ad illuminare la strada, per il resto il buio totale. Fa un pò impressione a dir la verità!

Ci si sente piccoli in un mare buio, con una coperta di stelle sulla testa troppo flebile per illuminare la notte.

 

la carovana la ritorno
la carovana la ritorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.