Lisbona - Flo' in viaggio

Lisbona, la città del sole

Di ritorno da #sivalisbona, il viaggio in collaborazione con Skyscanner e l’Ente del Turismo di Lisbona, ecco il primo post riguardo le impressioni sulla città e l’esperienza fatta.

Oramai è passata una settimana da #sivalisbona, il viaggio organizzato con le altre 16 travel blogger alla scoperta di Lisbona e ancora faccio fatica a riordinare le idee. Emozioni, pensieri, sensazioni, sapori.. Si sono riversate come un fiume in piena non appena arrivata a casa (rincoglionendo i miei a puntino).

#sivalisbona è stata un’esperienza importante per me, in quanto primo viaggio all’estero insieme a delle “sconosciute”, che invece una volta lì, mi è sembrato di conoscere da sempre. La capacità di viaggiare in un gruppo numeroso, di adattarsi alla situazione e soprattutto l’ebbrezza di viaggiare da sola -non solo per quanto riguarda il volo. Un perfetto modo per testare se stessi, conoscere i propri limiti e capacità. Potrei prenderci gusto a viaggiare in solitaria! 🙂

Le ragazze che hanno condiviso con me questa esperienza hanno girato il mondo e in confronto mi sono sentita una pippaccia, ma non mi sono mai sentita fuori posto, anzi! Ognuna con la propria storia da raccontare, da cui prendere spunti e insegnamenti. Le giornate sono volate, condite da tante chiacchiere e risate 🙂 . Spero proprio di non perderle di vista e di incontrarle nuovamente al prossimo #siva 🙂 Ringrazio infinitamente Skyscanner per avermi dato questa splendida possibilità e Sara di The Lost Avocado che ha organizzato il tutto.

 

Lisbona - Flo' in viaggio

 

Non avevo mai pensato a Lisbona prima di questo viaggio, non perché non mi ispirasse, ma proprio perché non mi era mai venuta in mente..forse perché è una città che non si vede e non si sente, silenziosa. Più si avvicinava il giorno della partenza, più sentivo persone che ne parlavano bene ed è stato difficile non innamorarmene.

Ho amato il suo fascino decadente, il contrasto tra i palazzi di azulejos e quelli color pastello. Ho amato i suoi vicoli acciottolati levigati dagli innumerevoli passaggi e le maledette scalinate infinite. Ho amato il contrasto del tram 28 con il blu dei palazzi. I tetti rossi delle case e il sapore vanigliato dei pasteis de nata. E che dire dei tuk tuk?! Presenti in tutte le forme, dimensioni e colori che sfrecciano veloci per tutta Lisbona. Le note del Fado per le strade di Mouraria, il colore caldo, tipico di una città bagnata dal sole.

 

Lisbona - Flo' in viaggio
Miradouro Portas Dos Sol

 

Lisbona è una città viva, sorridente, polverosa, antica e dal sapor salmastro. Sono diventata un’esperta nel pronunciare “pasteis de nata”, tanti ne ho mangiati e ho visto sardine sotto ogni forma, pure in pupazzi!

Mi sono stupita della grandezza sconfinata del Tago e di sapere che di malinconico questa città ha solo il Fado. Nel weekend in cui siamo andate a Lisbona, ossia dal 10 al 13 giugno, la città si veste a festa per il suo patrono, Sant’Antonio. Le strade dell’Alfama, Bairro Alto, Mouraria, Bica e Graça si riempiono di colori, di odore di sardine grigliate cucinate a tutte le ore del giorno e le musiche degli stereo si mischiano a quelle del Fado creando ancora più confusione.

Gente che beve, balla e canta e la serata si conclude con uno splendido spettacolo pirotecnico. Neanche al carnevale di Rio! 😀  Non abbiamo perso tempo a mescolarci tra i locali, a mangiare carne o sardine in uno dei tanti chioschetti lungo le strade. Ci siamo perfino buttate a ballare con loro! Il trenino era d’obbligo 😉

Una curiosità molto carina è che Sant’Antonio, oltre ad essere il patrono di Lisbona, è anche il protettore dei voti matrimoniali. Per questo motivo per strada c’erano delle bancarelle con piantine decorate da garofani di carta e frasi d’amore che i ragazzi regalano alle loro amate come promessa d’amore affinché il sentimento duri in eterno.

 

Lisbona - Flo' in viaggio

 

Il programma dei tre giorni a Lisbona è stato così articolato ( non preoccupatevi scriverò un post a parte più dettagliato 😉 ):

1° giorno:

  • Convento do Carmo
  • Mercato da Ribeira
  • Passeggiata all’Alfama / museo do Azulejos
  • cena libera

2° giorno:

  • Belém (Torre de Belém, Monumento alle scoperte e Monasteiro do Jeronimos)
  • Lx Factory
  • apericena al Park Lisboa
  • passeggiata tra le vie del Chiado
  • cena libera

Il 3° giorno è stato lasciato libero, perché giorno di rientro. 🙁
Le ragazze erano già andate tutte via e così il mio terzo giorno di ‪#‎sivalisbona‬ lo ho dedicato a Mouraria, il quartiere più antico e verace della città; al Castelo dal quale si gode una vista mozzafiato sulla città a 360° e ai miradouros che non avevo visto, come quello di Sao Jorge e quello più in alto di tutti, la Senhora do Monte.
Non è mancata una visita al cat café di Lisbona e un giretto sul tram 28 😉

 

Lisbona - Flo' in viaggio

 

Il rientro è stato duro e triste, Lisbona è rientrata sicuramente nella lista delle “seconde volte”: l’amore per le piccole cose, semplici, “povere”, le pause nei tanto amati café e miradouros, ma soprattutto quell’aria un pò paesana, mi hanno fatto sentire a casa.
Questa volta con me non ho portato calamite o souvenir, ma tante emozioni, ricordi, nuove amicizie e soprattutto tanta malinconia nel lasciare questa bellissima città, la città del sole.

 

Lisbona - Flo' in viaggio

15 thoughts on “Lisbona, la città del sole”

  1. Che bello questo post!

    Io sono rientrata da Lisbona da meno di un mese e le sensazioni sono le stesse, è una città magnifica, semplice e nobile. Anche io – prima di averla visitata – non l’avevo mai presa in considerazione, fondamentalmente perchè non se ne sente parlare molto. Eppure è bellissima, molto più bella di altre città, a parer mio.

    Anche io vorrei tanto tornarci, mi son persa tante cose 🙂

    1. Eh sì sembra piccola ma invece c’è molto da vedere! alcune cose sono anche lontane quindi ci vuole tempo…soprattutto se si vuole girare la città a piedi come ho pensato di fare XD ( a parte per Belém che abbiamo optato per il 15 😉 ) grazie per essere passata! 😀

  2. Le emozioni che hai provato si sentono leggendl le tue parole. Contentissima che sia andato tutto bene! Anche io non ho mai considerato Lisbona come una delle prossime mete ma dalle foto è davvero bella!

  3. Ora ho capito “l’ammazzata” giornaliera: quanti posti avete visitato in un solo giorno. Però ammettilo, quando rientri in hotel e i piedi chiedono aiuto, è soddisfacente! (un po’ meno saltare la cena e nutrirsi di un solo kitkat ahahah). Scherzi a parte, la città è meravigliosa, coloratissima e “invecchiata”, caratteristica che la rende unica. E’ stato un piacere seguirvi 🙂

  4. Bellissimo questo post riassuntivo 🙂 non so se ora come ora riuscirei a fare un viaggio da sola con così tante persone nuove, travel bloggers per di più. Tu hai viaggiato molto più di me e hai detto che ti sentivi una pippaccia, figurati cosa avrei da raccontare io! XD

    Comunque ero convinta che i tuk tuk si trovassero solo in India! D: Questo è molto interessante!

    1. vedrai, riuscirai benissimo anche tu 😉 eh i tuk tuk io pensavo invece solo in thailandia invece quando mia madre andò a lisbona prima di me mi disse che la città era piena e io nono potevo crederci! XD peccato che nessuna delle altre me l’ha appoggiata 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *