Firenze - Flo' in viaggio

Firenze in due giorni: mini guida

Mini guida di Firenze per visitare la città in due giorni.

Firenze sará pure piccina, ma di roba da vedere ce n’è!! In due giorni è impossibile vedere tutto, ma senza intoppi si può seguire tranquillamente il programma che mi ero prefissata.

Come dicevo nel post precedente, Firenze è piena zeppa di turisti, perciò due consigli che posso darvi sono: NON visitate Firenze sotto le feste (se volete un po’ di tranquillità) e soprattutto PRENOTATE tutte le attrazioni.

La gente faceva la fila dall’alba per vedere il complesso del Duomo (mi auguro che non sia così durante il resto dell’anno, sinceramente non la ricordavo così piena). Inoltre non ho potuto provare due locali che mi ero prefissata, in quanto chiusi in quei giorni.  Assurdo!!!

Tranquilli, ne ho trovati altri 😉

Oggi vi lascio due itinerari super concentrati per visitare Firenze senza perdersi nulla, con tanto di ristoranti al seguito, che recensirò in un altro post. 😉

Si parte!

1° Giorno

Innanzitutto Firenze si può perfettamente raggiungere col treno. A mio parere è la cosa migliore. Scordatevi di usare la macchina o altri mezzi a Firenze (gli autobus ci sono, ma io nelle città piccole preferisco camminare 🙂 ). Con Italo viaggiate bene e soprattutto a poco prezzo, il nostro biglietto, da Roma, è costato 35 €  ( il treno di ritorno lo abbiamo preso alle 22.30).

Considerato che il Duomo e tutto il complesso attorno va prenotato acquistando un biglietto cumulativo di 15 €  (comprende Cupola, battistero, Campanile di Giotto e museo dell’opera del duomo – la cattedrale è gratis) e che vi occuperà tra una cosa e un’altra quasi mezza giornata, vi consiglio di far partire la visita alle 9.30 o se volete alle 10 massimo. Quando dovrete acquistare il biglietto, sul sito saranno indicati gli orari.

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Firenze - Flo' in viaggio
Interno del Battistero

La Lonely diceva che anche se Firenze fosse limitata solo a questa zona con nient’altro intorno, resterebbe comunque una delle capitali internazionali della bellezza artistica. Come darle torto?! E’ scontato dire che è splendido il tutto e che la vista che si gode sia dal Campanile che dalla Cupola è spettacolare.  Sono in tutto 800 gradini circa, dopo i quali vi ritroverete senza un polmone, ma fidatevi, ne vale davvero la pena! 😀

E non prendetevi a cazzotti con la gente che sale o scende eh!

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Finito di vedere il tutto dirigetevi verso via del Proconsolo e visitate il Museo del Bargello. Il biglietto costa 4 € e non impiegherete troppo tempo a vederlo, sono solo due piani. Oggi ospita importanti sculture come il David di Donatello, per cui un giro veloce fa fatto.  Il palazzo da fuori non sembra nulla di che, in stile medievale, ma all’interno rivela un chiostro splendido!

 

Firenze - Flo' in viaggio
Chiostro interno

Dal Bargello proseguite fino a Piazza della Signoria dove si trovano Palazzo Vecchio, la Loggia della signoria o dei Lanzi, il monumento equestre di Cosimo I di Giambologna e la copia del David di Michelangelo. Adesso nella piazza troverete anche La Tartaruga di Jan Fabrè per l’inaugurazione della mostra dell’artista a Firenze ( fino al 2 ottobre).

 

Firenze - Flo' in viaggio
la Tartaruga di Jan Fabrè

 

Si sarà fatta ora di pranzo, perciò dirigetevi verso via de’ Neri per fare 30 minuti di fila a L’Antico Vinaio. 😀 30 minuti spesi bene!

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Dopo esservi appanzati per bene, riprendete il giro e dirigetevi verso Piazza del Mercato Nuovo per farvi una foto con la Fontana del Porcellino (che in realtà è un cinghiale, ma non badiamo ai dettagli!) 😀 Perchè è famosa ‘sta fontana?! Perché il Porcellino è sinonimo di buona sorte, perciò bisogna toccare il muso con la mano e lasciar scivolare una monetina dalla sua bocca. Se questa cade nella grata della fontana allora sarete fortunati 🙂 .

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Dopo aver fatto una foto col porcellino e un po’ di shopping alle bancarelle del mercato, dirigetevi verso Piazza della Repubblica, altra piazza famosa di Firenze. Qui ci sono diversi caffè (oltre all’Hard Rock 😉 ), se volete fare una pausa, se no risalite su fino a Santa Maria Novella (Chiude alle 17.30 tutti i giorni, tranne il sabato e la domenica che chiude alle 17). Purtroppo noi siamo riusciti a vederla solo dall’esterno, ma non si può avere tutto dalla vita.

 

Firenze - Flo' in viaggio
Piazza della Repubblica

 

Dalla chiesa ci vuole un attimo ad arrivare a San Lorenzo dove non potete perdervi il Mercato Centrale. Al piano superiore è stato creato uno spazio dedicato allo street food con l’intento di ripopolare un pezzo molto importante del centro di Firenze con botteghe tradizionali condotte da artigiani commercianti che producono solo prodotti di prima qualità e le materie prime sono comprate al mercato stesso. E si sente. Noi abbiamo deciso di trattarci bene e di fare la cura del tartufo questo weekend, ma ci sono tantissimi stand: quello dei tramezzini, del lampredotto, della pizza, della pasta fresca e così via.

Dopodiché meritata nanna!! 🙂

 

 

2° Giorno

Il secondo giorno ha meno siti di interesse e più camminata libera…Sempre se non avete in mente di vedere gli Uffizi!! 😀 Noi non li abbiamo visti perchè sia il 24 che il 25 le prenotazioni erano chiuse e l’idea di fare la fila non ci è neanche venuta in mente!

Se decidete di vederli, tenete conto che vi porteranno via almeno mezza giornata.

Dopo gli Uffizi si passa alla Basilica di Santa Croce, una delle più grandi chiese officiate dai francescani e una delle massime realizzazioni del gotico in Italia. Al suo interno si trovano i sepolcri dei Geni fiorentini quali Dante, Machiavelli, Galileo, Foscolo ecc…  Inoltre  all’interno del museo della chiesa potrete ammirare Il Crocifisso di Cimabue. Il prezzo è di 6 € e non dovreste trovare molta fila, in caso, prenotatelo online.

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Per il pranzo potete mangiare a Lo schiaccia Vino, un vinaino carinissimo trovato in via Giuseppe Verdi, proprio accanto alla Basilica. Da qui si raggiunge Piazzale Michelangelo passando per il Ponte alle Grazie. Penso sia una meta obbligatoria per chi viene a Firenze, perchè dal piazzale si gode di una splendida vista della città. Si può raggiungere perfettamente a piedi ( la salita è faticosa, non lo nego) oppure con i bus 12 o 13 dal centro oppure ancora con i bus a due piani per il giro della città.

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Il Giardino Bardini è una chicca che solo i buoni intenditori prendono in considerazione. Noi purtroppo non abbiamo fatto in tempo, ma la prossima volta non transigo. In questo periodo il pergolato del giardino si tinge di lilla per via della fioritura dei glicini. A piedi sono circa 3 km da Piazzale Michelangelo.

Se vi resta tempo fate un giretto per il quartiere San Frediano, ricco di botteghe di artigiani e la chiesa Santo Spirito.

Infine tornate in centro passando per Ponte Vecchio, uno dei ponti più belli del mondo, con botteghe di orafi ai lati e il corridoio Vasariano sopra di esse. Fu costruito per volere dai Medici e collegava Palazzo Pitti a Palazzo Vecchio in modo tale che i Medici non dovessero passare per le strade di Firenze. Il corridoio, a quanto so, è visitabile, ma in date precise e con guide…e il costo se non sbaglio è di 70 €.

 

Firenze - Flo' in viaggio

 

Se avete tempo di fare un ultimo pasto allora vi consiglio la Cantinetta che si trova proprio dietro il Duomo, ma non è un locale acchiappa turisti, anzi! Altri blogger lo consigliavano nei loro post e così lo avevo tenuto come riserva nel caso non avessimo trovato posto nei locali che avevo scelto..e infatti così è andata 😀

È arrivato il momento di dire ciao ciao a Firenze. 🙁

Sarete distrutti per i chilometri macinati, ma soddisfatti 🙂
Quello che non sarete riusciti a vedere potrete tenervelo per una seconda volta 😉

 

 

Info Utili:

Te la do io Firenze
Visit Florence
Io amo Firenze
Più Firenze

Profili Instagram che vi faranno innamorare di Firenze:

Firenze made in tuscany
Firenze City Italy
Little Firenze
Te la do io Firenze
Florence I love
Igers Firenze

13 thoughts on “Firenze in due giorni: mini guida”

  1. Aaaah
    Un incanto!
    Belle foto, soprattutto quella da Piazzale Michelangelo mi è piaciuta un sacco!
    Immagino già la tua espressione quando hai visto la fontana

    1. Grazie Pietruccio!!! :* ahahah sì! Calcola che non riuscivo a trovarlo perché era sommerso dalla gente è stavo cominciando a disperarmi!XO beh se mio padre da piccolo voleva fare il capo dei porcellini, da qualcuno dovrò pur aver preso xD

        1. Chissà perché, ma me lo dicono tutti 😛 è stato bellissimo questo week!! Voglio assolutamente replicare, magari anche in qualche altra città 🙂

  2. Questo post è perfetto per le mie micro gite di un sabato e domenica, arrivando da Roma col treno. In realtà ne ho già fatta una a Firenze anni fa, ma non mi ero preparata a dovere e praticamente abbiamo passato due giorni a girare a caso senza vedere niente seriamente. Vedo pure che mi sono persa l’Hard Rock Cafe’. Insomma good job. Ora devo solo far ubriacare Massimo, convincerlo che a Firenze non ci siamo mai stati e prenotare tutto quello che hai detto. 800 scalini compresi.

    1. ahahahha!! bene, sono contenta ti sia piaciutio il post 🙂 e sì, conviene prenotare il tutto, merita davvero!! a breve faccio anche il post sui ristoranti 😉 giusto per odiarmi un altro pò! XD cerca di convincere Massimo eh!!

  3. La scorsa estate Marco ed io siamo andati alla cieca un giorno infrasettimanale. Da Bologna, con Megabus abbiamo pagato una miseria. Il complesso del Duomo non siamo riusciti a visitarlo, troppa troppa coda. Gli Uffizi, invece, siamo sorprendentemente riusciti a vederli, e senza prenotare in anticipo. Ma ci sono molte cose che non ho visto di questo itinerario, perciò dovrò assolutamente tornare 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *