#Guardacomeviaggio

Ok, mi sono presentata e ho parlato dei miei #Traveldreams, ma non vi ho ancora mai parlato del mio modo di viaggiare. Chi legge i miei post sa che fondamentalmente io viaggio Low Cost e chi non lo sapeva beh…ora lo sa 🙂
Però è troppo poco, troppo minimalista dire che viaggio low cost e non dirvi come impronto i miei viaggi. Insomma parlarvi un pò di me!

Qualche giorno fa, gironzolando tra alcuni blog, mi è capitato di imbattermi in un post davvero carino: #Guardacomeviaggio. L’idea è nata da Anna del Blog Profumo di follia  la quale invita tutti i travel bloggers a raccontare le loro abitudini di viaggio: dove preferiamo dormire, perchè scegliamo dei ristoranti rispetto ad altri, che mezzi usiamo, le attrazioni che vogliamo vedere e se abbiamo delle strane abitudini.

Siccome la trovo un’idea davvero carina voglio partecipare anche io a questa iniziativa, ecco! 😉 Voi lettori così avrete la possibilità di valutare se siete affini al mio modo di viaggiare.

Cominciamo!

 

1.Dove dormo

Inizialmente prenotavo in alberghi di due, massimo tre stelle, abituata a viaggiare coi miei che preferiscono un viaggio relativamente “comodo”. Alla fine tanto low cost non era. Col passare del tempo però ho preferito utilizzare siti come Aribnb ( è quello che al momento uso di più), Wimdu, ecc.. dove le persone mettono a disposizione la loro casa o camera, da condividere con loro, con altri ospiti o meno. Sicuramente è il miglior modo per entrare a contatto con il modo di vivere delle persone del luogo, si spende decisamente meno che in un hotel e soprattutto amo dormire nelle case altrui, perchè ciò che ricerco è l’arredamento tipico del posto o comunque una casa che abbia personalità e….ok lo ammetto, scelgo le case che mi fanno sognare di poter vivere in una casa del genere! 😀 Però vale quello che ho detto nelle righe sopra!

Non mi interessa se il bagno è in comune o meno, basta che ci siano gli essenziali, per un fatto di comodità (odio intasare la valigia poichè ho un bagaglio a mano), ma quello che mi interessa di più è che non sia troppo distante dal centro.

 

Casa di Frederik e Stine, Odense
Casa di Frederik e Stine, Odense

 

20150904_140238

2.Dove mangio

Cerco sempre ristoranti frequentati dai locali, possibilmente economici e che abbiano una cucina tradizionale. Quante pretese!

Prima del viaggio mi faccio sempre una lista infinita dei ristoranti migliori, di quelli in cui vorrei assaggiare un dato cibo, ma alle volte mi tocca improvvisare in base al punto in cui mi trovo, e non è un male 🙂 di solito uso tripadvisor o blog per cercare i ristoranti, ma ultimamente mi avvalgo anche di instagram, che amo sempre più.

 

3.Come mi muovo

Dipende dalla destinazione. Preferisco l’aereo, che ovviamente è più veloce, nelle lunghe distanze, ma non disdegno il pullman o il treno. Il viaggio in macchina lo trovo fichissimo, i viaggi on the road mi hanno sempre dato l’idea di andare “verso l’infinito e oltre!!” 😀

Per i voli uso il mio amatissimo Skyscanner, della compagnia aerea non me ne frega niente, basta che mi porti a destinazione ( sempre sana e salva!) 🙂 . Ci sono tanti altri motori di ricerca voli simili a skyscanner, come volagratis, opodo, momondo….

 

4.Le attrazioni che scelgo

Anche io, come Anna, trovo i musei noiosi. Però dipende sempre quali eh! Ovvio che se andassi a Parigi non mi perderei per niente al mondo il Louvre  e il Musee d’Orsay e tornerei subito ad Amsterdam solo per vedere il museo di Van Gogh! In Danimarca i musei sono essenzialmente di arte moderna o design e perciò non ci sono neanche entrata. Quindi prima di viaggiare valuto quali musei visitare e quelli che ovviamente non mi voglio perdere, quelli che sono affini ai periodi d’arte che mi piacciono di più e quelli  che mi conviene vedere in base a quanto tempo ho a disposizione.

Stessa cosa vale per le altre attrazioni; ciò che non devono mai mancare però sono i mercati alimentari e gli zoo/ acquari 🙂

Di solito il programma lo faccio giorno per giorno in base alla distanza delle attrazioni.

 

5. Strane abitudini

Non ritengo di avere strane abitudini, a parte la ricerca maniacale dei ristoranti. Forse ce le ho e non me ne accorgo! Beh in effetti ora che ci penso…Da ogni posto devo portare una tazza, una maglietta hard rock cafè ( faccio la collezione da ormai non so quanti anni) e ovviamente una calamita, che poi si moltiplica per tre: mamma, papà e Roberto 🙂

Devo sempre trovare una cosa particolare da fare in un posto che visito, come il deer park ad Aarhus.

 

Deer park Aarhus
Deer park Aarhus

 

Ecco, penso di aver detto tutto! E voi? avete il mio stesso modo di viaggiare? 🙂

 

6 thoughts on “#Guardacomeviaggio”

  1. Ho aggiornato il tag inserendo anche il link del tuo post! Grazie mille per aver partecipato! ♥
    Vedo che abbiamo anche parecchi punti in comune! Quando cerco le guest houses vado su quelle che mi sembrano più tipiche del luogo e per scegliere cerco prima di immaginarmi lì dentro! E’ bello far finta che sia una casa vera 😛 e poi anche a me piacciono gli zoo, solo che quando lo dico la gente mi guarda sempre storto :/

    1. E’ stato un piacere partecipare! E’ stata davvero una bella idea, io non avevo mai pensato a fare un post sulla mia modalità di viaggio! Quindi sono io che ringrazio te! Sì anche io penso che la gente non sia d’accordo con noi per gli zoo ed è vero anche a me non piace vederli in gabbia…è una cosa diversa quello che intendiamo noi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *